Dalla storia di Gmünd

11.-12. Jhd. – Gmünd è fondata sistematicamente dagli arcivescovi di Salisburgo sulla strada percorrendo la valle della Lieser già sin dall’epoca romana (favorevole posizione strategica e commerciale).
1252 –  Prima menzione documentata.
1273 – Gmünd è citata per la prima volta come mercato arcivescovile („forum et civitas“).
1286 – Costruzione della chiesa S. Pancrazio.
1339 – Consacrazione della chiesa parrocchiale “dell’Assunzione della Vergine “.
1346 – Concessione del diritto municipale di Friesach dall’arcivescovo Ortholf.
1409 – “Dirittto di magazzinaggio” I proventi servono per fortificare la città e per costruire il castello di Salisburgo.
1478 – I Turchi si ritirano a mani vuoti grazie alla fortificazione di Gmünd.
1480 – Gmünd è occupata dalle forze ungheresi che rimangono sette anni.
1487 – Liberazione della città con l’aiuto di forze carinziane ed imperiali. Gmünd diventa proprietà imperiale (Federico III.).
1502 – L’imperatore Massimiliano I. rivende la signoria di Gmünd all’arci vescovo salisburghese Leonardo di Keutschach riservandosi il dirit to di prelazione.
1504 – Un incendio devasta tutta la città.
1525 – Gmünd è occupata da contadini e minatori rebelli.
1555 – Christoph Pflügl acquista la signoria di Gmünd.
1594 – Siegmund Khevenhüller diventa consigliere municipale di Gmünd.
1600 – Allo scopo della ricattolizzazione una “commissione di fede” sovra na, condotta dall’arcivescovo di Seckau Martin Brenner invade Gmünd.
1601 – Il conte Hans Rudolf di Raitenau riscatta la signoria di Gmünd dai conti protestanti di Khevenhüller.
1610 – Inizio della costruzione del palazzo di Lodron e del “Amthof”.
1639 – La signoria di Gmünd viene in possesso della famiglia Lodron per quasi 300 anni. L’arcivescovo Paride Lodron istituisce il fedecom messo della famiglia Lodrone (proprietà invedibile ed indivisibile).
1690 – Un grande terremoto provoca gravi danni a molte case, al vecchio castello ed a diverse chiese.
1764 – Istituzione della “Posta arcivescovile” attraverso il Katschberg ed i Tauri.
1773 – L’ultima esecuzione sulla “collina di forca” (Galgenbühel) vicino a Gmünd. (Eva Faschaunerin)
1782 – Dopo l’edito di tolleranza” nei dintorni di Gmünd nascono tre pievi protestanti.
1792 – Un diastroso incendio distrugge quasi tutta la città.
1791-1813 – Occupazione totale dalle truppe francese.
1834 – A Gmünd è fondata il primo coro maschile dell’Austria.
1886 – Il vecchio castello brucia e ne resta una rovina.
1902 – Sull’area di un vecchio laminatoio di latta sulla collina di croce nasce la prima centrale elettrica nelle valli di Lieser e Malta.
1903 – Terribile alluvione nelle valli di Lieser e Malta.
1911 – Costruzione del primo acqueddotto d’ acqua sorgive.
1923 – L’ultima diligenza va da Gmünd a Spittal ed a Rennweg. L’inizio della linea d’autobus.
1932 – Il fedecommesso della famiglia Lodrone di circa 18.000 ha viene sciolto.
1939 – Fondazione della scuola media di Gmünd.
1944 – Ufficio tecnico di progettazione del costruttore professor
1950  – Ferdinand Porsche a Karnerau vicino a Gmünd. In quel periodo è costruita la Porsche 356.
1976 – Inaugurazione della sezione Lieserhofen-Gmünd di 9,6 km dell’au tostrada dei Tauri.
1977 – Inizio dei lavori di restaurazione nelle rovine del vecchio castello.
1980 – Con l’inaugurazione della sezione Rennweg-Gmünd l’autostrada dei Tauri (146,5 km) va da Salisburgo fino a Spittal.
1982 – Inaugurazione del “Museo automobilistico Porsche” di H. Pfeifhofer.
1987 – Il vecchio castello è riaperto al pubblico.
da 1992 – Gmünd sta avviando a diventare una città della cultura e degli artisti.
1996 – 650 – anni di Stadtrecht di Gmünd.
2000 – Gmünd ottiene un gran premio regionale.
2000 – Gmünd ottiene un gran premio europeo per le sue prestazioni culturali.
2001 – Costruzione della chiesa protestante “della Trinità”.
2002 – Compimento della lastricatura del centro storico.
2006/07 – Mostra regionale “WasserKraft – forza delle acque”